Pet Hospitality

Abbracciare la pet hospitality può essere un vantaggio competitivo e aiutare la struttura ricettiva, o il ristorante a creare il proprio brand positioning, ad aumentare le proprie revenue e la propria social reputation.

Non è necessario avere un’esagerata passione per gli animali ma è fondamentale avere PROFESSIONALITA’ e COERENZA.

Ogni struttura ricettiva può scegliere il proprio grado di PET HOSPITALITY:

ACCESSO AI CANI . Tutte le strutture ricettive che decidono di accettare cani dovrebbero fornire un kit di accoglienza essenziale: un cuccia/cuscino lavabile della dimensione del cane, due ciotole, e destinare una camera più spaziosa o con un terrazzino o un giardino esterno recintato. Le camere dovranno essere poste in una zona con poco passaggio (non vicino all’ascensore o all’ingresso) per evitare il più possibile rumori che potrebbero fare abbaiare il cane.

Per gestire più facilmente il soggiorno consigliamo di far compilare, in fase di prenotazione, un form con una serie di informazioni riguardanti la dimensione, la razza (o il tipo di incrocio), il sesso, l’età e il nome del cane. Quest’ultima informazione vi permetterà di far trovare un biglietto di benvenuto personalizzato e un piccolo omaggio.

Con queste accortezze alla camera può essere applicato un mark up.

FFD, fornito come courtesy kit e poi venduto, oltre ad essere un servizio comodo è una sorpresa inaspettata e gradita.

PET FRIENDLY. La struttura pet friendly dichiara una particolare attenzione a questo tipo di clientela e deve dimostrarlo.

Per fare questo è importante conoscere in anticipo tutte le informazioni che riguardano il cane (sesso, razza, età, dimensione, nome) in modo da predisporre gli accessori della camera, un kit di benvenuto e per poter disporre le camere occupate da clienti con cani in modo coerente nella struttura.

Oltre alla dotazione base, alla scelta di una stanza più grande e posta in luogo di poco passaggio, consigliamo di destinare uno spazio esterno recintato dove i clienti possano lasciare liberi e fare giocare i propri cani.

In alternativa si può indicare ai proprietari, attraverso un leaflet lasciato in camera, dove trovare delle aree cani recintate nei paraggi. Se la struttura si dichiara pet friendly è, secondo noi, coerente permettere ai clienti con cani di accedere allo spazio ristorante, destinando loro un’area o degli orari in cui portare con se’ il proprio beniamino. In tal modo si evita che i cani debbano stare da soli in camera  rischiando di disturbare i vicini. La struttura pet friendly dovrà poter fornire i pasti anche ai propri ospiti a 4 zampe.

FFD è una soluzione comoda, sana, che evita di usare in modo promiscuo le cucine della struttura ed evita che vengano sporcate le camere. Essendo composta solo da carne human grade, da unica fonte proteica e verdure è adatta ad ogni tipo di cane e riduce al minimo il rischio di allergie.

Nelle strutture pet friendly è corretto applicare un mark up alla stanza e valorizzare eventuali ulteriori reali servizi.

Livello TOP PET FRIENDLY. Quando alla professionalità e coerenza si unisce anche la passione e la lungimiranza, si riesce a rendere il soggiorno di cliente ( e cane!)  un’esperienza che gli faccia venire voglia non solo di condividere i momenti che sta vivendo, ma anche di ritornare.

Le strutture sono considerate Top Pet Friendly quando sono in grado di offrire una serie di servizi pensati appositamente per questo tipo di clientela: la disponibilità di una dog sitter per consentire al proprietario di visitare musei, chiese o di concedersi un pomeriggio in una spa, la convenzione con un veterinario, itinerari  in montagna, nei borghi, nei parchi, che proprietario e cane possono percorrere insieme, la possibilità di svolgere attività sportive (dog trekking, frisbee, piscina…).

Proporre ai propri ospiti il pasto per il cane è non solo un servizio distintivo ma anche un’ulteriore fonte di revenue.

Per predisporre un’accoglienza che dimostri una particolare attenzione è fondamentale chiedere, al momento della prenotazione, tutte le informazioni relative all’ospite a 4 zampe attraverso un form o apposite domande .

Chi viaggia con il cane è disposto a spendere per servizi e attività che siano veramente pensate per le sue esigenze ed aspettative.

Pulizia

Qualsiasi sia il livello di servizio offerto è necessario effettuare un’adeguata sanificazione della stanza dopo ogni soggiorno. La sanificazione può essere effettuata attraverso l’ozono che è naturale, battericida, virucida ed elimina gli odori o con altre metodologie/prodotti.